L’ISTRUZIONE

L’Istruzione

Una settimana fa avevo raccontato come mediamente solo il 20% dei trader, ossia di chi compravende strumenti d’investimento sui mercati finanziari, riesca a guadagnare. A questa categoria di “operatori” appartiene certamente Lorenzo Misino, il primo italiano ad aver vinto la Coppa del Mondo di Trading categoria “Forex” (valute).

La più ambita delle competizioni mondiali di trading si “gioca” per la durata di un anno, con denaro reale: nel 2021 Lorenzo l’ha conquistata realizzando una performance del 405%, ben superiore a quella del tedesco Patrick Nill, classificatosi secondo con 229%.

Il campione italiano è pugliese, ha quarant’anni, e lavora nel negozio di abbigliamento di famiglia. Solo da sei anni è entrato nel mondo del trading: amante di matematica e statistica, ha iniziato a frequentare corsi e a studiare moltissimi testi (soprattutto di notte, dati gli impegni lavorativi diurni). Si è avvalso anche dei tanti consigli di Andrea Unger, nostro connazionale di origini tedesche, considerato un vero e proprio fenomeno nel mondo del trading: infatti è l’unico trader ad aver conquistato quattro Campionati Mondiali categoria “Future” (particolare tipologia di strumento finanziario). Anche per Andrea il successo è frutto di passione, impegno costante e soprattutto studio quotidiano.

Ciò lo pensa anche Gianni Bugno, un grande campione di ciclismo del passato, vincitore del campionato del mondo su strada nel 1991 e nel 1992. Negli ultimi anni di carriera sportiva ha iniziato a studiare molto per diventare elicotterista, e al suo ritiro è passato dalle due ruote alle pale in brevissimo tempo. Dopo venticinque anni da pilota (dedito al trasporto passeggeri, alle dirette TV, alle piattaforme petrolifere e all’elisoccorso), ora vorrebbe diventare un “consulente”, per aiutare gli atleti a fine carriera a costruirsi un futuro, che poggi le basi su impegno, passione e tanto studio.

E anch’io ritengo lo studio essenziale nel lavoro (ma anche nella vita). Ribadisco quanto riferito con la mia Curiosità del 16 gennaio scorso: trent’anni fa ho iniziato la mia carriera bancaria-finanziaria focalizzandomi sull’unico obiettivo di apprendere.

Studio e istruzione sono dunque essenziali per la crescita di persone, ma anche di aziende e interi Paesi. L’ONU ha inserito proprio l’istruzione fra i 17 Obiettivi dello Sviluppo Sostenibile (SDG), ritenendola fondamentale per “interrompere il ciclo della povertà, ridurre le disuguaglianze, vivere in modo più sano e, aggiungo io, in pace”. L’istruzione è anche l’ambito sul quale anche noi risparmiatori possiamo investire oggi, grazie ai pochi strumenti di investimento disponibili sui mercati finanziari. Ovviamente sono a disposizione per approfondimenti.

Don Lorenzo Milani, sacerdote, educatore, insegnante e scrittore vissuto dal 1923 al 1967, diceva: “ogni parola non imparata oggi è un calcio nel sedere domani”.